Anche se

pestata
violentata
minacciata
morsa nel profondo
colpita su tutti i fianchi
e sui fianchi

con le tue pietre
faccio un muro

ti rinchiudo dentro

Mi sono leccata
tutte le ferite

quelle che mi hai fatto

con i tuoi pugni chiusi
con la tua boca aperta
con i tuoi occhi infuocati

Queste mie mani
raccolgono il mio cuore torturato

Cullo il dolore
con un canto d’anima

Le paure buie
le lacrime fiumate
i lividi nascosti sotto il trucco
e tra un sorriso

Sono tutte cicatrici
che porto con me

Sulle mie ginocchia
insanguinate
mi alzo in piedi

Dico Si
a me stessa

Tremando

ti denuncio al mondo
ti punto con il dito

Tu non sei un uomo

questo non è amore

Volo via
lontano da te

mi faccio coraggio

Salvo me stessa

Addio

hebemunoz©24.11.2014

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: